MARIENI SAREDO

Personaggi - Un poco di Storia - CuriositÓ - Fotografie

 

Il Casato dei Marieni | Il Casato dei Saredo | Carlo Marieni - Repubblicano | Capo Battaglione Col. Giuseppe Marieni | Giovanni Marieni - Cartografo
General Mayor Giacomo Marieni  | Luigi Marieni Medico Ricercatore | Generale Giovanni Battista Marieni  | Ambasciatore Alessandro Marieni Saredo

Sen. Giuseppe Saredo - Docente Universitario | Luisa Saredo - Storica e Scrittrice di Romanzi | Avvertenze Legali | Home Page | Vai a Fondo Pagina

 

Rassegna stampa + CuriositÓ

+ La Campagna di Libia 1913 - 14

+ L' Aviazione 1916 - 1917

+ Al Comando Generale del Genio

 

+ Il Gen. Marieni e G. D'Annunzio

GENERALE GIOVANNI BATTISTA MARIENI

 + Lettera di D'Annunzio 23.7.1917

+ Risposta di Marieni del 26.7.1917
 

 + Lettera di D'Annunzio 11.9.1917

+ Risposta di Marieni del 17.9.1917

ALLA DIREZIONE GENERALE DELL'AERONAUTICA

 + Lettera di D'Annunzio 2.10.1917

+ Foto del Volo su Vienna

25 DICEMBRE 1915 - 28 OTTOBRE 1917

 + Felicitazioni per volo su Vienna

+ Risposta di D'Annunzio 27.8.18
 

 + Lettera di D'Annunzio 10.6.1919

 

CORRISPONDENZA CON GABRIELE D'ANNUNZIO
ED IL VOLO SU VIENNA

Lettera del Cap. D'Annunzio del 2.10.1917

 

Per il testo in caratteri di stampa  VAI>>>

 

 

 

 

 

Grazie, mio Generale.
La Sua parola mi giunge in un'ora di grande afflizione.
Giunti alla mŔta con molta fortuna, avendo fatto ogni sforzo per essere pronti all'impresa fin dalla notte del 27, forniti d'ogni documento utile dal Comando navale, abbiamo perduto le notti del 28 e del 29 - maravigliosamente favorevoli - per mancanza di bombe !

Abbiamo perduto la straordinaria occasione di poter ritorcere la sera del 28 l'offesa nemica compiuta su Brindisi.
Non so dirLe la mia tristezza.
La sorte s'Ŕ, a un tratto, volta in avversitÓ. Soltanto domenica giunsero le bombe e furono apprestate; ma da domenica appunto siamo qui ansiosi e inquieti a spiare il cielo ingombro.

Oggi piove. Abbiamo tre altre notti utili; e forse la foschia crescente c'impedirÓ di profittarne.
Speravamo di ripassare su Roma, compiuta l'impresa, e di rivedere il nostro Capo che a Centocelle ci aveva incuorati. Ma sembra che gli apparecchi debbano rimanere qui, e la sorte degli equipaggi Ŕ indecisa.

Grazie dell'incitamento e grazie dell'augurio. Ma oso supplicarLa di accertare la responsabilitÓ di coloro a cui si deve questa nostra inerzia. La nostra fortuna e la nostra volontÓ furono stroncate. PerchŔ?

Mi abbia sempre, mio Generale, pel Suo devoto e grato

                                                                    Gabriele d'Annunzio.
        Distaccamento A R.
        Gioia del Colle: 2 ottobre 1917.

 

 

 

 Inizio Pagina